Ortodonzia Neuromuscolare - Savasystem

Vai ai contenuti

Menu principale:

Ortodonzia Neuromuscolare
Quando il dottor Bernard Jankelson, un protesista statunitense ben conosciuto, fondò la Myotronics nel 1964 dopo aver sviluppato diversi prototipi di stumentazioni bio-elettriche per rilassare la muscolatura orofacciale e registrare i movimenti mandibolari, non poteva immaginare l'enorme contributo che avrebbe dato al campo odontoiatrico. Appena dopo il Modello J-2 Myo-Monitor (TENS) fu prodotto nel 1969 come la prima TENS commerciale per odontoiatria, diversi dottori nel mondo iniziarono ad avere interesse per questi nuovi trattamenti e modalità diagnostiche. Nel 1971 il Kinesiografo K-1 divenne la pietra miliare della kinesiografia e divenne il punto di partenza per molti dentisti nel mondo per avvicinarsi concretamente alla nuova teoria diagnostica neuromuscolare del dottor Jankelson.
Oggi la Odontoiatria neuromuscolare è considerata una disciplina consolidata. Negli ultimi 25 anni, nuovi concetti e miglioramneti nella strumentazione hanno postato la tecnica a livelli di eccellenza e molti dentisti oggi praticano la tecnica neuromuscolare nei loro studi.
La Teoria neuromuscolare si basa sulla identificazione della posizione di riposo fisiologia (RP) della mandibola. Questa posizione può essere ottenuta rilassando i muscoli posturali della mandibola con la TENS  (Transcutaneous Electrical Nerve Stimulation). La RP rappresenta una posizione di riposo mandibolare svincolata dalla memoria occlusale del SNC e indica al professionista una posizione di partenza nello stabilire una nuova Occlusione Centrica (CO) chiamata Myo-Centrica. Questa procedura è documentata dal vivo, visualizzando i movimenti mandibolari ed identificando in maniera molto precisa il rapporto mandibolo-cranico ricercato.
L'Ortodonzia Neuromuscolare (NO) rappresenta l'applicazione e l'utilizzo di queste procedure al fine di determinare il trattemento ortodontico rispettando le caratteristiche fisiologiche individuali. La NO si occupa di muscoli, fascia, nervi, e tutti gli altri tessuti coinvolti nel sistema stomatognatico senza trascurare l'articolazione temporo-mandibolare e i denti. Per troppi anni i dentisti si sono concentrati unicamente sui denti per una interpretazione meccanicistica della occlusione, dimenticando gli altri due componenti necessari per defineire una occlusione funzionale : muscoli e ATM. La postura mandibolare svolge un ruolo chiave in questo quadro e recenti dati scientifici suggericono una stretta interrelazione tra occlusione dentale e postura corporea. Questo approccio scientifico-olistico rafforza il cambiamento nella gnatologia e nella ortodonzia dando la possibilità al dentista di scoprire le caratteristiche fisiologiche nascorste di ogni paziente.
Savasystem definisce L'Ortodonzia Neuromuscolare nell'aspetto diagnostico e terapeutico








Torna ai contenuti | Torna al menu